fbpx
skip to Main Content

Maria Modesti

Immerso il sole in un lago

di luce gialla, rosa violetta,

accesa d’arancio e rosso

nel fulcro del suo splendore:

d’azzurro e grigio – perla

la linea lontano verso confini

sconosciuti nell’aria gelida

che brucia la pelle e taglia

il respiro – tracce e passi furtivi

tra il fogliame nel bosco

di volpi, daini e caprioli

in un brulichio di vita

che si risveglia al tramonto

nell’ attesa della notte

e nel silenzio sulle cose

quasi fosse il buio un argine

al sogno o forse alla speranza,

racchiusi in una conchiglia

gettata sul fondale del mare.

 

Invalicabile l’oceano

nel magma dei suoi abissi.

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi