fbpx
skip to Main Content

Gemma Bracco

Mare di settembre

nell’aria un tremore d’addio
è quel che avanza
di un pomeriggio splendente
con riluttanza il sole si inclina
e l’estate poderosa e massiccia
si fa più sottile e tagliente
più nervosa la voce
e ingiallito il sorriso
I muri screpolati e gli alberi esausti
richiedono attenzione
Le barche adagiate nel nulla
attendono il vento per risvegliarsi
e il porto riprende il respiro

un margine turchino è lasciato
per chi parte e per chi ancora ritorna

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi